Prestito auto leasing: guida completa

361

Indice dei contenuti

L‘automobile è uno dei mezzi più diffusi e utilizzati al mondo. Dalle storiche berline alle più diffuse station wagon. Passando per i pulmini, camion e furgoni da lavoro, fino ad arrivare ai suv e ai fuori strada, che negli ultimi anni hanno invaso le nostre strade, rappresentando l’ultima tendenza in fatto di mezzi di trasporto.

Ma, al di là dell’aspetto esteriore, del design e delle novità sotto al cruscotto, l’automobile è una vera a propria necessità. Nonostante sia un’invenzione che mette le sue radici nel secolo scorso, infatti, la sua funzione primaria è ancora assolutamente necessaria all’interno della nostra società.

Tutte le strade portano…in macchina

In occidente, ogni famiglia dispone di un automobile. E’ infatti un mezzo assolutamente indispensabile per quelle persone che tutti i giorni hanno necessità di eseguire lunghi spostamenti, sia su strade urbane che extraurbane. E’ per questo che, nonostante il proliferare delle linee ferroviarie e dei mezzi di trasporto pubblici – che inquinano meno e permettono a una maggiore quantità di persone di spostarsi contemporaneamente – l’automobile continua ad essere il mezzo di trasporto più diffuso e utilizzato.

Rispetto ai mezzi pubblici, il vantaggio principale dell’automobile è senza dubbio l’indipendenza. Se è infatti vero che per chi abita nei grandi centri urbani, avere un mezzo di trasporto a quattro ruote di proprietà non sempre è una necessità primaria grazie alla capillare presenza di tram, autobus, treni interni e metropolitane, per chi abita in zone di provincia o in località periferiche la situazione e di conseguenza le possibilità sono molto differenti.

E’ proprio per questo che l’automobile rappresenta indipendenza, e anche a dispetto di un costo decisamente maggiore rispetto all’impegno economico annuale che bisogna impiegare per utilizzare il trasporto pubblico, è tuttora il mezzo maggiormente impiegato e acquistato.

L’automobile, rivoluzione economica

La rivoluzione economica dell’automobile è ormai arrivata al suo culmine. Al giorno d’oggi è infatti possibile acquistare un’automobile in tanti modi differenti. Possedere una macchina personale, quindi, non è più impegnativo come un tempo, e non bisogna disporre per forza di svariate migliaia di euro sul proprio conto corrente.

Esistono in fatti diverse strade per concludere un accordo con una concessionaria, e non per forza prevedono un’esborso economico iniziale importante.

Alcune delle tipologie di acquisto più diffuse sono senza dubbio:

L’ Acquisto e riscatto, che prevede un pagamento rateale del veicolo con il concessionario che rimane proprietario fino al versamento dell’ultima rata. Proprio in questa modalità di acquisto l’esborso iniziale si presenta contenuto e sostenibile, con le rate seguenti altrettanto flessibili.

Il prestito flessibile, il cui funzionamento, seppur simile all’acquisto e riscatto, ne differisce nella parte finale. Se infatti il sistema rateale è molto simile all’acquisto e riscatto, una volta pagata l’ultima rata, l’acquirente può totalmente decidere come utilizzare il veicolo appena acquistato. Può infatti scegliere se tenerla, e di fatto acquistarla, oppure se rivenderla al concessionario. Inoltre, l’automobile può anche essere scambiata per un modello diverso o più nuovo: in questo caso il cliente dovrà solamente pagare la differenza.

Cessione della vecchia auto, è forse il metodo più utilizzato. Metodologia americana nata proprio all’interno del mercato dell’auto, si è ora esteso anche ai prodotti tecnologici più costosi e non solo. La rivalutazione dell’usato è infatti un metodo conveniente per entrambe le parti: la concessionaria si assicura un’automobile eventualmente rivendibile ad un valore superiore, e il cliente si vede detratta dall’acquisto di una nuova automobile una cospicua somma, potendo quindi avvalersi di un nuovo prezzo, molto più competitivo.

Prestito personale: concessionaria o finanziaria? In ogni caso, questa è la metodologia più diffusa. Chi sceglie di comprare un’automobile, solitamente si affida all’istituto bancario capace di presentare l’offerta migliore e più interessante, con i giusti tassi di interesse e una giusta quota mensile. E’ comunque cospicua anche la fetta di persone che invece scelgono di rivolgersi direttamente al concessionario anche per il prestito. Chiedendo il finanziamento direttamente al dealer, infatti, non sarà possibile avere a disposizione l’intera somma dell’automobile, e sarà quindi necessario versare una piccola percentuale sul prezzo di acquisto, ma ci possono essere dei vantaggi, come quello di usufruire direttamente di un prezzo finalizzato e non personale, così da agevolare l’interno procedimento.

Infine, uno dei metodi più utilizzati e impiegati per acquistare un’automobile, è il Leasing. Scopriamo cos’è, dove e in che modo si può richiedere.

Acquistare un’automobile in leasing

La possibilità di acquistare un’automobile in leasing è una delle opzioni maggiormente quotata negli ultimi anni. Completare l’operazione in leasing, infatti, permette di tenere il mano il pallino della scelta fino all’ultimo, e decidere, solo dopo aver già utilizzato e guidato l’automobile per un lungo periodo, se acquistarla o meno. Ma vediamo nelle specifico come funziona l’acquisto di un’automobile in leasing.

L’acquisto di un’automobile in leasing è inizialmente simile all’acquisto perpetrato tramite l’ausilio di un finanziamento. Entrambi prevedono infatti un sistema rateale pluriennale. L’acquisto tramite finanziamento però – presso concessionario e presso un istituto bancario – non è disponibile – si conclude con il versamento di una maxi-rata che di fatto conclude l’acquisto, ed è proprio questo passaggio che differenzia questa metodologia di acquisto dal prestito in leasing. Il prestito in leasing, una volta giunto al termine, pone il cliente davanti a un scelta: può infatti decidere se acquistare l’automobile o se non continuare con la vettura, optando dunque a restituirla al concessionario. La particolarità però, sta nel fatto che, per tutta la durata del prestito, l’automobile rimane intestata alla concessionaria che concede il leasing.

Il leasing è dunque una manovra d’acquisto interessante, oltre che per i privati che sono in cerca di un’automobile personale anche per quelle aziende o attività che hanno bisogno di un mezzo aziendale, ma che non vogliono averlo intestato. Il leasing permette infatti di risultare semplici locatari dell’automobile, in modo da poter beneficiare di importanti sgravi fiscali e di versale un minore percentuale di IVA.

Il leasing, una marcia in più per gli appassionati

Usufruire di un’automobile in leasing è una soluzione molto interessante anche per chi, dell’automobile, ne ha fatta una vera e propria passione. Il leasing, infatti, grazie alla sua flessibilità, ti permette di poter decidere di non riscattare l’automobile alla fine del prestito, e di trovare con la concessionaria un accordo per effettuare un nuovo leasing, guidare una nuova automobile: questo procedimento, riproducibile a ogni scadenza della locazione, permette agli appassionati di mettersi al volante di una nuova automobile con grande frequenza.

Il leasing finanziario si rivela quindi una vera e propria grande possibilità in diverse situazioni. E’ infatti un metodo flessibile e già largamente diffuso, che permette di utilizzare il mezzo di trasporto prescelto, senza doverlo pagare in contanti o senza dover sostenere spese rateali esageratamente ingenti. Il leasing, alle aziende così come ai privati, essendo una locazione – la proprietà dell’automobile rimane infatti totalmente della concessionaria – permette di risparmiare cospicue cifre sul fronte delle tassazioni e dell’IVA. Inoltre, per gli appassionati d’auto, il leasing è un’ottima soluzione: a chi piace mettersi al volante sempre di una macchina nuova, apprezzerà sicuramente la possibilità di cambiare automobile sempre e con grande frequenza, per guidare i propri modelli preferiti.