Prestito auto 10000 euro

Indice dei contenuti

è appena guastata, o è semplicemente arrivata a fine corsa, non disperare. Al giorno d’oggi ci sono diversi modi per acquistare una nuova vettura anche senza disporre dell’intera cifra necessaria. Non è infatti un mistero l’esistenza di diverse tipologie di finanziamenti che permettono di ottenere un forte liquidità, immediatamente spendibile, in breve tempo.

Non è infatti raro trovarsi di fronte all’impellente esigenza di dover cambiare automobile. Vuoi per un guasto improvviso e imponderabile, o per l’usura del veicolo che nel tempo ne ha ridotto le qualità rendendolo piano piano sempre meno utilizzabile. Può anche capitare, inoltre, di incappare in un incidente, e che una volta porta l’auto da un meccanico o da un rivenditore specialista, il preventivo per rimetterla a nuovo sia talmente auto da rendere sconveniente rimetterla a nuovo. Questo, con le macchine che hanno già molti anni alle spalle e molti kilometri sul contatore, succede di frequente: la situazione è inoltre aggravata anche dal fatto che, ovviamente, questi veicoli non sono più coperti dalla garanzia e quindi ogni intervento di rimessa a nuovo sarà sulle spalle del proprietario.

Se la tua vecchia auto va cambiata e hai già trovato il nuovo modello che fa per te, questa guida ti sarà d’aiuto: come ottenere un prestito per acquistare un’auto da 10.000 euro?

Il finanziamento, il metodo d’acquisto più rapido

Il finanziamento è senza dubbio il metodo d’acquisto più rapido, che permette di sostituire la propria automobile in tempi brevi e senza dover mettere sul piatto, sin dall’inizio, la cifra completa capace di coprire l’intero costo della vettura.

E’ quindi utile per chi è giovane alle prime esperienze lavorative, o per chi sta attraversando un periodo personale in cui si trova ad attraversare momenti di scarsa liquidità, o per un nucleo famigliare che, come è noto, deve sostenere diverse spese e fare fronte a tutti gli imprevisti del caso, e che quindi è normale che non disponga per forza di una cifra liquida elevata.

Il finanziamento in tutti questi casi è la scelta giusta, quella che permette un giusto bilanciamento tra le uscite, che diventeranno rateali e quindi periodiche ma contenute, e le entrate, dato che lo stipendio coprirà agilmente l’uscita rateale.

Nel caso, quindi, si sia già valutata la necessità di cambiare automobile, e si abbia già individuato il modello giusto per le proprie esigenze, allora scopriamo quali sono i metodi migliori per richiedere un prestito e ottenere così una nuova vettura senza pagare inizialmente l’intera somma.

Il finanziamento presso la concessionaria

Hai bisogno di un prestito da 10.000 euro? Il finanziamento presso la concessionaria può essere la soluzione giusta. Questo metodo di pagamento è infatti molto utile per quei clienti che sono ben informati e decisi circa il tipo di automobile che vogliono acquistare. Il prestito che si può ottenere presso una concessionaria è infatti di tipo finalizzato, ovvero permette di acquistare solamente un dato bene o un dato servizio, e quindi la cifra che si andrà ad ottenere con questo strumento finanziario coprirà esattamente il prezzo dell’acquisto che si vuole portare a termine.

Nel caso in cui l’automobile giudicata ideale per le proprie necessità, nuova o usata, venga venduta dalla concessionaria ad un costo di 10.000 euro, quindi, l’iter sarà molto semplice e rapido. Verranno infatti presentate al cliente un ventaglio di offerte differenti tra cui scegliere. Le offerte dei finanziamenti disponibili rappresentano tutte le possibilità di pagamento offerte dal punto vendita. Queste possibilità variano in base al TAEG e al TAN, calibrati ovviamente sull’entità del sistema rateale di cui ci si vuole fare carico per completare l’acquisto della vettura desiderata.

Una volta scelta l’offerta più giusta che porti in dota una rata mensile consona al proprio reddito, e che allo stesso tempo permetta di estinguere l’intera totalità del prestito il più in fretta possibile, si passa alla firma dei documenti.

In questo caso, la banca verserà subito sul conto corrente della concessionaria i 10.000 validi per l’acquisto della vettura individuata dal cliente. Il cliente, quindi, dovrà restituire l’ammontare della somma direttamente alla concessionaria. Questa tipologia di prestito è infatti molto utile e rapida in quanto riesce a far incontrare le necessità dell’acquirente e le migliori offerte della concessionaria, riuscendo a garantire un tramite e un intermediario diretto. Il dealer riveste il ruolo del connettore che assiste il cliente direttamente nella vendita e gli propone le soluzioni migliori per contrarre un finanziamento, riuscendo ad intercettare al meglio le esigenze e i desiderata di entrambe le parti in causa: il cliente e la banca con cui ha la convenzione.

Prestito personale: come ottenere 10.000 direttamente dalla banca

Il prestito personale è invece molto differente dal finanziamento presso la concessionaria. Il prestito personale è infatti uno degli strumenti finanziari più utilizzati, anche al di fuori del mercato automobilistico. E’ utilizzato sia dai privati che dalle aziende, sia per coprire debiti che per fare investimenti.

La caratteristica principale del prestito personale è certamente la sua flessibilità e la possibilità di personalizzarlo, adattandolo del tutto alle proprie necessità. Per ottenere un prestito personale di 10.000 euro, è necessario avere a disposizione tutta la corretta documentazione. Portare tutti i documenti in fase preliminare permette infatti di risparmiare tempo e di spedire veloci verso le trattative. E’ quindi importante munirsi di della carta di identità, che custodisce i principali dati sensibili. E’ inoltre accettata la patente di guida in mancanza della carta di identità. E’ poi indispensabile la tessera sanitaria con il relativo codice fiscale.

Per potersi rivelare interlocutori affidabili agli occhi della banca, è inoltre indispensabile avere a disposizione la corretta documentazione che permette di certificare a quantificare gli introiti personali. Il reddito o lo stipendio sono infatti parametri fondamentali in sede di trattative che, non solo permettono di certificare che si è in grado di restituire il prestito e dunque sostenere il sistema rateale, ma che in base al proprio flusso monetario mensile o annuale permettono di stilare la durata stessa del prestito. Più infatti la capacità economica sarà maggiore, più in fretta si potrà restituire la liquidità ottenuta, estinguendo di conseguenza il prestito in un minor tempo.

Nel caso in cui si sia lavoratori dipendenti, sarà sufficiente fornire in sede di trattative, oltre alla documentazione di riconoscimento, la propria busta paga: su questa, la banca avanzerà la sua eventuale proposta con annesso piano di pagamento rateale. Nel caso si sia invece lavoratori autonomi, freelancer o partite Iva, sarà necessario portare in sede di trattative le ultime tre dichiarazioni dei redditi: proprio su queste la banca potrà valutare l’eventuale fattibilità del prestito da 10.000 euro.

Il prestito personale ha quindi bisogno di un iter più strutturato per poter essere valutato al meglio da entrambi le parti. Nel caso però si abbiano tutte la carte in regola, nel giro di poche settimane si potrà godere dell’accredito sul proprio conto corrente, e a quel punto mettersi alla concreta ricerca della propria automobile ideale. Il prestito personale, al contrario di quello che si contrae presso una concessionaria, non è finalizzato. Questo vuol dire che lascia completa libertà a chiunque decida di ottenerlo, e che non ci trova vincolati all’acquisto di un dato bene o di un dato servizio, caratteristica evidenziata anche al fatto che la liquidità in questione, nel prestito personale, si riceve direttamente sul proprio conto corrente.

La soluzione: quale prestito scegliere?

Quale soluzione scegliere? Se si ha necessità di acquistare una vettura in breve tempo e si ha già selezionato il modello della vettura che può soddisfare tutte le aspettative, allora è meglio optare per il prestito finalizzato presso la concessionaria: questa soluzione permette infatti di ottenere liquidità con più agilità, e di acquistare l’automobile con un finanziamento a tasso – TAN e TAEG – fisso e non variabile. E’ ovviamente opportuno valutare le offerte di più concessionarie differenti, per poterle confrontare e valutarle al meglio, forti del fatto che ogni concessionaria può offrire un servizio differente per via delle convenzioni e degli accordi commerciali con le finanziarie.

Se non si ha ancora bene in mente che vettura acquistare ma si conosce l’entità del budget che si è disposti a mettere sul piatto, allora un prestito personale potrebbe rappresentare un’opzione migliore in quanto lascia molta più libertà al cliente. Un prestito personale da 10.000 euro permette infatti di affrontare la delicata scelta della nuova vettura con più serenità, non essendo costretti a vincolare l’acquisto di una data vettura al prestito. Inoltre, nel caso l’automobile che alla fine si andrà ad acquistare si paghi meno dei 10.000 ottenuti, il rimanente lo si potrà utilizzare per spese accessorie o future.