Qual è il tasso medio in un finanziamento auto?

145

Indice dei contenuti

L‘automobile è un mezzo essenziale per potersi muovere autonomamente all’interno della propria città, del proprio paese. E’ infatti un comodo trasporto, il più utilizzato al mondo, che nonostante la grande innovazione tecnica degli ultimi decenni, non è mai stata superata, nè rimpiazzata.

L’automobile, infatti, non si è vista surclassata da uno nuova tecnologia, ma al contrario ha assorbito tutta l’innovazione degli ultimi anni. Esistono infatti decine, centinaia di automobili che vantano una grandissima innovazione sotto diversi punti di vista. Un esempio è sicuramente rappresentato dalla propulsione, che ora è sempre più votata all’elettrico e meno ai combustibili fossili, che seppur permangono nei vecchi modelli e in quelli più economici, stanno via via lasciando il posto alle energie rinnovabili. Ma anche all’interno, sia nel cruscotto che nelle sedute di guida e non solo, la tecnologia e il rinnovamento hanno preso piede. Le automobili sono infatti diventate dei veri e propri computer, capaci di ricaricare gli smartphone presso un alloggio apposito, e di interagirci grazie alla tecnologia bluetooth o ai comunque presenti collegamenti via cavo. Diventa quindi semplice poter usufruire della applicazioni e delle tante possibilità date dagli smartphone, direttamente sulla propria automobile di ultima generazione.

Non solo una macchina

Ma l’automobile ora non è solo una macchina, ma è un investimento che se ben eseguito può portare serenità alla propria vita e a quella della propria famiglia. Insieme all’evoluzione tecnologica, infatti, negli ultimi decenni anche il progresso economico con il quale sono sorte nuove tipologie di pagamenti che permettono di acquistare un’automobile, senza dover per forza acquistarla pagando l’intero ammontare del suo costo.

Le automobili più nuove sono quindi dei mezzi di trasporto acquistabili anche in comode soluzione rateali, che permettono a chi le utilizza di tuffarsi letteralmente nel futuro, grazie all’utilizzo di energia rinnovabile e alle tante applicazioni tecnologiche che rendono la guida e i viaggi sempre più confortevoli e interattivi.

L’automobile è per tutti

L’automobile è per tutti. A meno che non si abiti in grandi centri abitati, infatti, possedere un’automobile, prima o poi, si rivelerà indispensabile.

Nei grandi centri abitati si circondati dai mezzi di trasporto, dai tram, dai bus, dalle metro e dai passanti interni – treni che viaggiano all’interno di una città-. In mezzo a questa abbondanza di alternative e soluzioni per potersi muovere agilmente e in modo capillare all’interno del centro urbano, diventa quindi non necessario possedere un’automobile. Però, le grandi città ben organizzate, non sono molte.

E’ proprio per questo che, nonostante la crescita in termini qualitativi dei mezzi di trasporto pubblico, la mancanza di capillarità delle loro reti nella stragrande maggioranza delle città, li pone in secondo piano, al livello di una semplice alternativa poco costruttiva per la maggior parte degli individui.

L’automobile quindi rappresenta una vera e propria libertà. Permette, anche a chi vive lontano dai grandi centri abitati, di macinare kilometri e raggiungere il proprio ufficio, il proprio negozio o la propria scuola, con facilità. E’ un mezzo tutt’ora indispensabile, che ha una costante necessità di essere aggiornata coi tempi, in comunicazione con un mondo sempre più in evoluzione.

Esistono quindi tanti modi per poter usufruire di un’automobile senza dover acquistarla a prezzo pieno, e sono soluzioni in grado di andare in contro al cliente e alle sue necessità, economiche così come tecniche. Ci sono infatti soluzioni adatte alle aziende, come il leasing, e soluzioni più tradizionali, perfetto per un privato che vuole diluire nel tempo l’acquisto della sua nuova automobile, attraverso un finanziamento emesso direttamente dalla concessionaria, oppure utilizzando un finanziamento bancario. Al giorno d’oggi, quindi, non è sufficiente scegliere la propria auto dei sogni: bisogna anche scegliere il metodo di pagamento più adatto alle proprie esigenze.

Qual è il tasso medio in un finanziamento auto?

Ma qual è il tasso medio di un finanziamento auto? Nel tempo, il reddito medio di una famiglia italiana non è cresciuto, mente i prezzi delle autovetture sono sempre rimasti alti, o aumentati, per via del comparto tecnologico sempre più avanzato di cui godono le automobili. In questo scenario in cui gli stipendi dei lavoratori rimangono bloccati mentre i prezzi delle vetture si dimostrano estremamente dinamici, è molto importante scegliere accuratamente il finanziamento che si vuole andare a contrarre, e di conseguenza il tasso che si intende pagare.

Prima di tutto, ovviamente, è indispensabile stimare il proprio budget, senza il quale si rischia di presentarsi impreparati in sede di trattative, o di concludere un pessimo affare appurandolo solo a posteriori, a contratto firmato. In secondo luogo è bene informarsi sul proprio stato di pagatore: è infatti difficile riuscire a vedersi accordato un finanziamento – sia con una finanziaria che direttamente dal concessionario – se durante i controlli preliminari si risulta cattivi pagatori.

Nel caso si scelga di contrarre il finanziamento direttamente dalla concessionaria, tecnicamente ci si sta avvalendo di un prestito finalizzato, quindi di un prestito direttamente legato all’acquisto di un dato bene o di un dato servizio: in questo caso una nuova vettura. Una delle caratteristiche del prestito finalizzato è che mantiene il tasso fisso nel tempo, per cui le rate che si andranno a sostenere non potranno variare, e la somma corretta che si dovrà individuare e riconoscere prima della firma del contratto non potrà variare in alcun modo.

Prestito personale

Il prestito personale ha invece un funzionamento differente rispetto al prestito finalizzato offerto dalle concessionarie. Per prima cosa, infatti, attraverso il prestito personale si potrà godere di un maggiore ventaglio di scelta, e quindi selezionare ancora meglio l’offerta più adatta alle proprie necessità. Il prestito personale, infatti, è contraibile in qualsiasi istituto di credito: ci si potrà quindi recare dalla banca che è in grado di dare maggiori garanzie. Nel caso si acquisti un’automobile usata, la durata del prestito sarà inferiore rispetto rispetto a quello che andrebbe contratto nel caso si acquistasse un auto nuova. Se l’automobile che si vuole acquistare è usata, inoltre, si potrà godere di una tassazione fissa, selezionabile da Eurotax, che offre i listini di valutazione di riferimento.

Il prestito personale ha dei tassi di interesse maggiori rispetto al prestito finalizzato che offrono le concessionarie. Questo perchè il prestito personale è molto più libero e flessibile, maggiormente in grado di venire in contro al cliente. Il tasso, quindi, in questo caso si presenta variabile.

Innanzitutto, il prestito personale in questo caso non è finalizzato, per cui l’istituto finanziario, dopo aver accordato e firmato il contratto con il cliente, verserà direttamente sul conto corrente del contraente l’ammontare della cifra pattuita. Di fatto, in questo modo il cliente potrà disporre della liquidità economica come meglio crede, senza avere briglie o obblighi che gli dettano e impongono come investire e spendere i soldi del finanziamento appena ottenuto. Come detto, però, questa libertà non è gratuita, e la si può percepire dai tassi di interesse, che quindi varieranno in base alla cifra ottenuta tramite il finanziamento, e al tempo di restituzione.

Il tempo di restituzione si riferisce all’ammontare dell’impegno rateale che si è sottoscritto. Più alta sarà l’entità delle rate che andranno periodicamente versate alla finanziaria, e più velocemente si potrà rientrare del prestito, per estinguerlo definitivamente. Alle rate, però, vanno aggiunti i tassi di interesse, variabili nel tempo. E’ infatti vero che, se da un lato avere una retta rateale più contenuta possa agevolare il contraente che si dovrà quindi impegnare a versare periodicamente una piccola cifra, che gli permetterà di continuare a godere di una buona libertà economica senza compromettere il suo stile di vita, d’altro canto bisogna un altro aspetto. Più lunga è la durata del prestito, e più quest’ultimo sarà soggetto alla fluttuazione dei tassi di interesse che andranno inevitabilmente a modificare le rate periodiche.

Cambiare auto non è mai stato così facile

Cambiare auto sostituendola con una vettura nuova e al passo con i tempi, sia dal punto di vista ambientale per via della presenza massiccia sul mercato di auto elettriche, sia da quello tecnologico in seguito all’implementazione di numerosi optional capaci di rendere la vettura proprio come una seconda casa.

Inoltre, TAN e TAEG rimangono estremamente convenienti. Il TAN, che rappresenta gli interessi da pagare annualmente per il prestito, che si attesta mediamente sui 5 punti percentuali. Il TAGE, invece, che rappresenta la somma rateale comprensiva di tutte le spese, si attesta mediamente sui 7 punti percentuali. Numeri questi, in grado di rappresentare vere e proprie occasioni di mercato. Una volta scelta la tipologia di prestito che più si adatta alle proprie esigenze, infatti, comprare un’auto nuovo sarà finalmente possibile.