Prestiti auto per disoccupati: migliori soluzioni per chi non lavora

L‘acquisto di un’automobile è una priorità per tutti: l’automobile è infatti ancora oggi, nonostante siano passati decenni dalla sua invenzione, il mezzo di trasporto più utilizzato al mondo. L’auto permette infatti alle persone di prendere parte attivamente alla vita pubblica e istituzionale, e di rendere più piacevole anche la vita privata. L’auto è il mezzo di trasporto più versatile e universale, grazie al quale ci si può muovere in autonomia, con velocità e tempismo sia all’interno della propria città, che nel proprio stato, ma anche all’estero. L’auto continua quindi ad essere una grande risorsa per quelle persone che hanno necessità frequente di spostarsi e di raggiungere luoghi relativamente lontani rispetto alla propria abitazione, potendolo fare a prezzi contenuti e senza troppe difficoltà.

Se l’automobile è fortemente cambiata nel tempo grazie alle nuove tecnologie e alle nuove etiche ambientali che si stanno imponendo a gran voce nel mercato automobilistico e non solo, ciò che non è cambiato ma, in certi casi, è addirittura aumentato, è il prezzo stesso dell’auto, spesso proibitivo per molte persone e famiglie.

In pochi, infatti, possono permettersi di acquistare un’automobile sfruttando i propri risparmi o la propria liquidità. In questo periodo storico dove il sistema economico mondiale è in crisi e il lavoro, spesso, non regala grandi soddisfazioni, non tutti riescono a mettersi da parte una piccola fortuna per poterla spendere anche per i beni di prima necessità, come di fatto può essere considerata un’automobile.

Per potere acquistare la propria auto, quindi, diventa necessario servirsi di nuovi strumenti finanziari, in grado di garantire la possibilità di acquisto anche a chi non ha una grande liquidità disponibile e pronta all’uso.

L’auto è – ancora – una priorità

L’automobile è ancora una priorità. Se si vuole acquistare un’automobile è bene ricordare che negli ultimi decenni sono cambiate molto, grazie alla loro capacità di aggiornarsi e rimanere al passo coi tempi. Le case automobilistiche hanno infatti montato sui modelli più nuovi le migliori tecnologie disponibili sul mercato. Nonostante infatti, la principale funzione dell’auto sia rimasta sempre la medesima, il mercato ha sempre proposto modelli nuovi capaci di puntare sul confort, sulla qualità dei materiali, sul lusso o sulla praticità. Si può quindi facilmente affermare, che le case automobilistiche hanno sempre cercato di studiare automobili in grado di accontentare specifiche tipologie di persone, studiando le loro esigenze.

Proprio grazie al profondo studio applicato della case automobilistiche, oggi siamo possiamo acquistare automobili che non sono più semplici mezzi di trasporto, ma che al contrario montano le migliori tecnologie degli ultimi anni.

E’ il caso, ad esempio, della tecnologia touch sui display di bordo, che ha permesso l’eliminazione di diversi tasti e tastiere ormai superflue, in favore del design e della pulizia d’utilizzo. Le auto nuove, inoltre, si integrano alla perfezione con i nostri smartphone, trasformandosi in veri e propri prolungamenti: app e comandi da remoto ora abbondano anche sulle automobili di ultima generazione.

Per esempio, le nuove automobili possono essere controllate anche da remoto tramite smartphone, come ad esempio la posizione. Tramite il gps, infatti, per mezzo di una apposita app si può controllare dove e da quanto la vettura sosta in un parcheggio o in una strada, così da non perderla mai di vista, anche nei parcheggi più grandi.

Un’auto nuova che costi poco? E’ possibile

Seguendo gli ultimi trend del mercato automobilistico e non solo, le automobili si stanno pian piano riconvertendo con l’idea di sposare una filosofia green, che permetta di viaggiare per le strade senza emissioni di gas nocivi all’ambiente e di Co2. Gli ultimi modelli, infatti, assicurano un’energia motrice generata dal motore e elettrico. Niente più benzina, diesel e combustibili fossili vari, quindi: il futuro prossimo è elettrico, e anche la tecnologia ibrida che presenta in concomitanza sia un motore elettrico che un motore a scoppio, sta venendo superata e osteggiata dalla tecnologia 100% elettrica. Le auto elettriche costano di più? Sì e no.

Le auto elettriche rappresentano oggigiorno le vetture più nuove e ambite nel mercato automobilistico. Se è vero che la tecnologia elettrica è quindi la novità, e che i prezzi inizialmente sono stati elevati se paragonati a modelli simili a benzina o a diesel, d’altro canto ora i listini prezzi si stanno alleggerendo, e riservano diverse sorprese. Le auto elettriche infatti, grazie alla loro utilità non solo pratica ma anche direttamente sociale in quanto aiutano a preservare l’ambiente e a diminuire l’inquinamento ambientale tutelandoci da gas altamente nocivi, godono di finanziamenti nazionali in molti paese. E’ quindi possibile sfruttarli per acquistare un’auto che, senza finanziamenti potrebbe sforare un certo budget, ma che se si usufruisce dei vantaggi stanziati dai vari stati, si può mettere a segno una ottimo acquisto, a prezzo di saldo. E’ quindi importante controllare in primis i modelli elettrici nel momento in cui si vuole acquistare un’auto, perchè oggi giorno sono sul mercato a prezzi interessanti e più che competitivi.

Disoccupazione: come acquistare un’auto nuova?

E’ possibile acquistare un’auto nuova se si è disoccupati? Ci sono diversi modi per acquistare un’auto senza disporre di una busta paga o di uno stipendio fisso mensile. Se si è infatti momentaneamente sprovvisti di un lavoro o di entrare fisse mensili, in sede di trattative sarà difficile convincere la banca della bontà delle proprie finanze, e quindi più complicato del normale riuscire ad ottenere un buon prestito bancario. Ma non bisogna scoraggiarsi in quanto esistono altre vie molto utilizzate per poter ottenere il finanziamento con cui si desidera acquista la nuova vettura.

Tra le possibilità disponibili vi è infatti quella di potersi munire di un garante che sappia e possa coprire economicamente il garantito nel momento in cui questi, per i più diversi motivi che possono impedire una persona di tenere fede ai propri pagamenti, non dovesse rispettare come da contratto i versamenti periodici che vanno indirizzati all’istituto finanziario periodicamente. Il garante quindi si assume tutte le responsabilità giuridiche ed economiche in dote al contratto.
Se non si dispone di uno stipendio mensile ma si hanno dei sufficienti risparmi da parte, nel conto in banca, per ottenere un nuovo finanziamento si potrà fornire alla banca, in sede di trattative, il proprio modello unico. Grazie alla dichiarazione dei redditi dell’anno corrente e di quelli precedenti, infatti, la banca o l’istituto di credito al quale ci si è rivolti, sarà in grado di valutare se il cliente in questione è un interlocutore affidabile economicamente, e quindi si potrà eventualmente discutere del prestito nei dettagli.

Nel caso in cui non si possieda nè uno stipendio dimostrabile con busta paga, nè entrate saltuarie che possono essere verificate controllando i movimenti in entrata e in uscita dal proprio conto corrente prendendo in esame un periodo, nè si ha un conto residuo sufficiente o dei risparmi in banca, e la dichiarazione dei redditi non arriverebbe a fornire garanzie e a distendere la conversazione in sede di trattative, rimane l’opzione dell’ipoteca.

Ipotecare, come si sa, non è facile, e non è tra le opzioni preferite di nessun cliente che si appresta a voler sostituire la propria automobile tramite un finanziamento. L’ipoteca, però, a volte può essere l’unica strada percorribile per ottenere ciò che si vuole. Se si possiede una casa o altri beni preziosi che possono coprire il costo della vettura che si vuole acquistare, o semplicemente del prestito che si vuole ottenere, si può procedere a mostrarle in sede di trattativa e cominciare i negoziati con l’istituto di credito al quale ci si è rivolti.
Il prestito è quindi uno degli strumenti finanziari più importanti e utilizzati al mondo, e in ogni mercato, non solamente in quello automobilistico. La sua utilità è infatti centrale all’interno di un’economia che fa sempre più fatica, e che non regala molte gioie ai normali lavoratori o alla maggior parte delle famiglie, piccole o numerose, che ogni mese devono fare i conti con affitti più alti, bollette e canoni sempre maggiori. L’economia infatti ristagna, e se da una parte sono in molte le persone che non riescono a trovare un lavoro stabile per avere entrate economiche periodiche che gli permettano di portare avanti una vita soddisfacente riuscendo a pagare quanto meno i beni di prima necessità, d’altro canto avere un lavoro non è sinonimo di benessere.

Molti persone attualmente impiegate, infatti, non hanno percepiscono stipendi soddisfacenti, e vive con redditi bassi o non sufficienti. Accade anche nei nuclei famigliari che, anche se godono quanto meno di un doppio stipendio, hanno molte più spese a carico. Il finanziamento per acquistare una nuova auto permette quindi di spalmare la spesa su più anni, gravando in maniera estremamente minore sulle tasche dei contribuenti, così da permette una ripresa dell’economia: chi vende e chi compra sarà accontentato appieno.