Finanziamento auto cosa serve e documenti

prestito auto in comodato d'uso

Indice dei contenuti

Cos’è il finanziamento auto esattamente?

A tutti gli effetti si tratta di un prestito che viene concesso a chi vuol comprare un’auto per poterla pagare a rate e che dovrà essere ripagato nel corso di un determinato periodo di tempo. Questo pagamento avverrà attraverso delle quote mensili, in diverse modalità che possono essere personalizzate in base alle possibilità ed esigenze del richiedente.

Chi concede un finanziamento auto?

Concedere un finanziamento per l’acquisto di una macchina è una strategia molto diffusa nel mondo dell’auto.  Viene usata dai concessionari per poter allargare il loro spazio di manovra sul mercato dell’automobile per permettere a tutti di potersi permettere l’acquisto di un mezzo.

Ma chi è esattamente che può concedere questi tipi particolari di finanziamento? Il prestito auto può essere dato solo da:

  • istituti finanziari autorizzati come le banche;
  • società finanziarie indipendenti;
  • le finanziarie delle case automobilistiche.

Di  fatto queste ultime sono sono tutte banche autorizzate ad operare sul mercato italiano ovviamente certificate dalla Banca d’Italia per una tutela del cliente a tutto tondo.

Come funziona la richiesta di un finanziamento auto

Questa pratica è il più delle volte molto facile e veloce. In linea di massima le tempistiche vanno dalle 24 alle 48 ore partendo dal momento in cui la concessionaria ha ricevuto l’autorizzazione alla Privacy e tutta la documentazione necessaria per avviare l’istruttoria del finanziamento in questione.

Successivamente quindi sarà compito proprio della concessionaria l’apertura della pratica presso la finanziaria che erogherà un finanziamento per permettere all’acquisto dell’auto.

Visto che si tratta di un prestito finalizzato ha condizioni molto più competitive ma soprattutto convenienti rispetto a quelle che è possibile trovare in un qualsiasi istituto di credito/banca.

Attenzione quindi a non richiedere un prestito standard per acquistare una macchina perché sarà quasi sempre meno conveniente rispetto all’appoggiarsi direttamente al concessionario.

Documenti per finanziamento auto

I documenti necessari per avviare questo tipo di pratica variano dal tipo di soggetto che acquista il veicolo.  Se ad esempio è una persona fisica o un dipendente o ancora una persona che percepisce una pensione bisognerà fornire alla concessionaria vari documenti.

In primis ovviamente, come per qualsiasi tipo di finanziamento, il documento di identità (valido) della persona che si intesterà il finanziamento è fondamentale.  Questo deve anche essere lo stesso che si intesterà il veicolo. Per esigenze differenti e più specifiche sempre meglio chiedere direttamente in concessionaria perché le casistiche variano molto da caso a caso.

Quindi riassumendo; carta di Identità, tessera del Codice Fiscale o tessera Sanitaria e  infine la patente di circolazione, ovviamente tutti quanti validi.

Tutta questa documentazione andrà a volte presentata in formato digitale, fronte retro e in un formato leggibile. Andrà anche indicato se la residenza  sui documenti non sia cambiata. Se non dovesse essere così andrà scritta (o allegata) direttamente sulla copia inviata.

Documentazione finanziaria per accedere finanziamenti auto

Anche qui, come per un qualsiasi tipo di prestito, ovviamente andranno fornite delle garanzie a chi erogherà il prestito.

In linea di massima quasi tutte le concessionarie chiederanno sempre le stesse cose. Più nel dettaglio:

    • ultima  busta paga per i lavoratori dipendenti (in alcuni casi ne verranno richieste 2);
    • CUD o cedolino della pensione o modello OBIS per i pensionati INPS;
    • una bolletta intestata (e pagata ovviamente). Solitamente è richiesta quella del telefono perché dichiara l’effettiva residenza del richiedente;
    • IBAN del conto corrente dove verranno addebitate le rate, intestato sempre a chi richiede il prestito.

Documentazione per finanziamento auto a ditta individuale

Se invece chi richiede il finanziamento è una ditta individuale oppure un lavoratore autonomo la documentazione, sempre con le relative variazione da concessionaria a concessionaria è:

    • Il documento di riconoscimento del titolare della ditta ergo, la sua carta di identità, la tessera del CF oppure il tesserino sanitario e  la patente (sempre tutto ovviamente valido e non scaduto)
    • Anche questa documentazione andrà per forza fornita in un formato digitale leggibile e fronte retro, indicando se la residenza eventualmente aggiornata.
    • Per concludere ci sarà bisogno della denominazione e dell’indirizzo della ditta, un certificato che dimostri l’esistenza della p. IVA, la visura della camera di commercio e la dichiarazione dei redditi.

Alcune concessionarie potrebbero inoltre richiedere:

  • bolletta intestata del telefono se presente, altrimenti altre andranno benissimo ugualmente;
  • codice IBAN della ditta dove andranno addebitate le rate;
  • tutti i numeri telefonici, fax ed indirizzi email del commercialista.

Richiesta di finanziamento auto da parte di un soggetto giuridico

Se la richiesta di finanziamento è a nome di un soggetto giuridico la documentazione da fornire sarà:

Un documento di riconoscimento del Legale Rappresentante titolare della Società ovvero la carta di identità, tessera del codice fiscale o in alternativa il tesserino sanitario e  infine la Patente.  Le modalità di consegna sono esattamente identiche alle precedenti;

  • dichiarazione dei redditi;
  • visura Camerale della Società;
  • dichiarazione dei redditi;
  • relativa presentazione telematica della Società;
  • IBAN del conto corrente sempre della società.

Infine anche in questo caso tutti i recapiti del commercialista a cui ci si appoggia per contattarlo per qualsiasi tipo di comunicazione.

Concludendo, in linea di massima la documentazione per accedere ad un finanziamento auto è quella sopra descritta. Alcune concessionarie però, potrebbero chiedere qualche garanzia in più.

Le informazioni circa le offerte delle aziende sono simulazioni e sono per natura cangianti nel tempo e potrebbero essere passibili di errore, quindi visitate sempre il sito della banca/finanziaria/azienda per avere tutte le informazioni aggiornate