Prestiti auto con maxi rata finale: migliori finanziamenti con maxirata

Non per tutti è possibile acquistare un’automobile. L’automobile al giorno d’oggi è ancora uno dei mezzi di trasporto più utilizzati e il più diffuso, con la quasi totalità della famiglie in molti stadi che ne possiedono una o più. Questo mezzo di trasporto, a differenza degli altri, è infatti in grado di trasportare più persone a un’ottima velocità media, ma soprattutto è un mezzo estremamente personale. Con l’auto infatti non ci sono limiti di percorso, o limitazioni dovute a un tracciato obbligato o situazioni contingenti: l’automobile può infatti percorrere ogni strada, all’interno della propria città, nella propria regione, nel proprio paese ma anche all’estero, senza alcun limite.

Ciò che l’auto garantisce non è facilmente rimpiazzabile con i trasporti pubblici come il treno o gli autobus, che spesso non ricoprono il territorio in modo omogeneo.

Per acquistare un’automobile nuova è però necessaria una buona liquidità. In mancanza una disponibilità economica in grandi di consentire l’acquisto diretto della vettura, ci sono altri metodi, altrettanto diffusi, resi disponibili dalle concessionarie, dalle case di produzione e dalle banche, per permettere a tutti quei lavoratori che godono di uno stipendio fisso e di una rendita annuale, di acquistare un’automobile utilizzando uno fra i diversi strumenti finanziari appositamente ideati.

Il finanziamento: una svolta al futuro

Il finanziamento bancario, per guardare fiduciosi al domani.

Il finanziamento è uno degli strumenti economici più utilizzati in ogni settore, e ancora di più, negli ultimi anni, in quello automobilistico. Il finanziamento permette infatti di calmierare l’esborso economico per l’acquisto di un dato bene o di un dato servizio di un certo costo, per i quali il cliente o l’acquirente non vuole pagare l’intero prezzo di vendita nell’immediato, preferendo invece la soluzione più distesa, ovvero spalmare la spesa su un periodo di tempo più lungo. Questo strumento finanziario, quindi, permette di sostenere spese non indifferenti a chiunque abbia un buon flusso di cassa e delle rendite annuali fisse, pur non possedendo risparmi o asset importanti da mettere in pegno nel breve tempo.

Il finanziamento è utilizzato dai privati come dai piccoli imprenditori e dalle grandi aziende, senza escludere i piccoli commerciati e le partite IVA. Questo strumento ha interamente cambiato il modo di intere i prezzi e le spese, aprendo la porta a tutti coloro godono di un incasso regolare.

Per poter acquistare una vettura anche se non si possiede l’intero ammontare del prezzo di listino, il finanziamento o prestito bancario è dunque la scelta giusta, in grado di garantire un guadagno sia a chi lo sottoscrive che alla controparte, che impegna la propria liquidità.

Finanziamento per una nuova vettura: sveliamo le carte

Esistono diverse tipologie di finanziamento bancario per poter ottenere una nuova vettura. La scelta è infatti frutto della diversa situazione economica di molti clienti, che hanno bisogno di strumenti e proposte diverse, fatte dalle finanziarie su misura, per andare incontro alle possibilità, pratiche ed economiche, di ogni cliente. Nel dettaglio, scopriremo diverse tipologie di finanziamento che permettono di acquistare la vettura dei propri desiderata anche nel caso in cui non si disponga dell’esatto ammontare indicato sul prezzo di listino del veicolo.

La prima tipologia di prestito è il prestito o finanziamento presso una concessionaria. Questo specifico strumento finanziario si può ottenere solamente presso il rivenditore auto o il punto vendita. La comodità del finanziamento presso una concessionaria è la presenza di offerte studiate ad hoc per ogni veicolo in concessionaria. Questo consente ai clienti di poter cogliere appieno l’occasione, consci che alcune promozioni sono irripetibili. In questo prestito il concessionario è convenzionato direttamente a una banca. Nel momento in cui il dealer chiude l’accordo per un finanziamento e vende una vettura, la banca rimborsa in breve tempo il concessionario stesso, ed il cliente che ha acquistato la vettura, quindi, dovrà interfacciarsi con la banca per gestire i pagamenti delle rate di rientro dal prestito.

La seconda tipologia di finanziamento bancario è invece la più utilizzata e la più conosciuta, ovvero il prestito personale. Il prestito personale rappresenta infatti la più antica forma di finanziamento, utilizzata da decenni e sempre più diffusa. Attraverso questo finanziamento, si potrà infatti ottenere direttamente dall’istituto finanziario al quale si è scelto di rivolgersi, un prestito personale. Questa tipologia di prestito permette di essere più liberi rispetto al prestito presso una concessionaria, e di poter ottenere la cifra e la liquidità che si desidera.

Il prestito personale, infatti, non essendo legato all’ottenimento di un dato bene o di un preciso servizio, permette a chi lo riceve, di orientare il proprio acquisto in base alle necessità, anche a quelle last minute. Se, infatti, chi ottiene un prestito finalizzato, di fatto non riceve direttamente i soldi sul proprio conto corrente, ed è vincolato all’acquisto indicato inizialmente al proprio interlocutore, col prestito personale si ha completa autonomia di decisione sulla spesa che si vuole effettuare.

Il prestito personale rimane quindi particolarmente indicato per chi è in cerca di un finanziamento che gli permetta di ottenere grandi liquidità in poche settimane, ma che lo lasci libero di agire e di cogliere l’occasione. Può infatti essere lo strumento giusto per chi non sa ancora con precisione la vettura che vuole acquistare, ma si è orientato a sufficienza sul budget che vuole utilizzare. Nel caso poi si acquisti una vettura il cui costo è inferiore al budget, la liquidità rimanente si può tranquillamente adoperare per le spese accessorie, per pagare le rate o, semplicemente, tenerla da parte in previsione di acquisti o necessità future.

Altre tipologie di finanziamento

Esistono altri interessanti tipologie di finanziamento, come ad esempio il finanziamento con prestito a maxirata finale, uno strumento finanziario meno utilizzato ma che sa rivelarsi altrettanto utile grazie alle sue particolarità, che lo rendono adatto a specifici clienti. Questo strumento finanziario è molto differente rispetto al prestito personale presso una concessionaria, ed è anche radicalmente opposto rispetto al prestito personale presso un istituto di credito o una banca. Il prestito personale con maxi rata finale infatti, se pure inizialmente si regge su gli stessi schemi degli altri due strumenti finanziari, si presenta in maniera radicalmente differente nella sua parte finale. Il prestito con maxirata finale permette anch’esso di usufruire di uno strumento in grado di spalmare la spesa per l’acquisto della vettura su più anni, in modo tale da non dover affrontare sul momento è nell’immediato un esborso economico importante, rilevante e cospicuo: questo è il vantaggio che permettono anche gli altri due strumenti di finanziamento sopracitati. Il prestito con maxirata finale, però, per mettere una maggiore libertà in uno specifico caso. Se infatti ci si trova, dopo aver sottoscritto il prestito è davvero ha firmato le carte dei contatti necessari in sede di contrattazione con l’istituto bancario o il privato, si può usufruire della maxirata finale. il sistema di rientro rateale, per rientrare dalla cifra avuta in prestito nel corso del tempo, può essere infatti interrotto e sostituito quindi da una maxirata finale. Questo è molto utile per i soggetti e i clienti che si trovano a poter avere a che fare con una liquidità improvvisa. Nel caso infatti si arrivi a disporre di una somma economica che prima, alla firma del contratto, non si possedeva, e si ha quindi la possibilità di estinguere il prestito contratto in precedenza sfruttando questa nuova ricchezza, il prestito personale con maxirata finale lo concede.

Per sottoscrivere questa tipologia di prestito sarà necessario seguire le medesime procedure che si presentano al momento della sottoscrizione dei prestiti più diffusi, come quello personale presso una banca o un istituto di credito. In qualsiasi momento, il debitore, sfruttando questo strumento finanziario, potrà decidere di estinguere il prestito: basterà infatti comunicarlo al proprio creditore, che sia un’istituto finanziario o un soggetto privato, e concordare quale sia la maxirata da versare per cessare il contratto. Il contratto in essere può infatti cessare solamente nel momento in cui il debitore estingue totalmente il prestito, per cui sarà necessario calcolare la somma delle rate residue, che simboleggiano l’accumulo di liquidità che ancora deve essere versata nelle tasche del creditore, e ricalcolare gli eventuali interessi. In questo modo si potrà evincere la cifra esatta per concludere il contratto.

Il prestito personale con maxirata è una misura finanziaria estremamente comoda nel caso in cui chi la ottiene sa di poter, nel futuro immediato il contratto, avere a disposizione maggiore liquidità per rinegoziare eventualmente gli accordi presi. Il finanziamento, anche in questo caso, si rivela la scelta più comoda, maggiormente in grado di andare in contro alle necessità dei clienti.