Finanziamenti auto con garante: migliori prestiti per auto con presenza di un garante

Indice dei contenuti

Una delle formule di pagamento più utilizzate per l’acquisto di un’automobile è il prestito. Quando ti rechi presso una concessionaria sarà lo stesso venditore a offrirti questo tipo di soluzione. I venditori, infatti, lavorano a stretto contatto con le finanziarie che, a loro volta, si rivolgono alle banche per ottenere il denaro. Ovviamente per ottenere un prestito dovrai avere i giusti requisiti. Vediamo in questa guida quali sono le caratteristiche dei finanziamenti per l’acquisto di un’auto con la presenza di un garante.

L’alternativa al prestito auto

Fortunatamente vi sono diverse soluzioni di prestiti, che si sposano con ogni circostanza. Chi si appresta ad acquistare un’auto può, quindi, scegliere tra molte opzioni di pagamento. In primo luogo vi è il pagamento in contanti, ovvero si paga con assegno o bonifico l’acquisto dell’automobile in un’unica soluzione. E’ una scelta che va considerata per i suoi aspetti positivi e negativi. Il vantaggio più grande del pagamento in un’unica soluzione è rappresentato dal fatto di non dover pagare interessi. Di contro, però, vedrete il vostro conto in banca diminuito immediatamente.

La rateizzazione, invece, vi permette di mantenere più o meno il vostro conto corrente con una giacenza costante, e soprattutto permette l’acquisto dell’auto anche a chi non ha a disposizione la somma di denaro in contanti.

Le fasi della richiesta di un prestito

Ti sei finalmente deciso all’acquisto di una nuova auto? Quando ti recherai presso la concessionaria che hai scelto, ti verrà richiesto come intendi pagare. Se opti per il pagamento rateizzato, ovvero per un prestito, dovrai fornire tutta una serie di documenti. Il venditore ti fornirà la lista dei documenti che occorrono e che dovrai inviare alla finanziaria che fa da intermediario tra la concessionaria e la banca. Ma prima di arrivare alla fase dell’invio dei documenti (nella modalità e nei tempi che ti verranno indicati) il venditore ti spiegherà per filo e per segno quali sono i requisiti per ottenere il prestito.

Dopodiché sarà la finanziaria a inviare la documentazione alla banca che delibera sull’esito del prestito. Quindi, dopo tot giorni (in genere da un minimo di una settimana a massimo di due settimane) ti verrà comunicato se la tua richiesta di prestito è stata accettata o rifiutata dalla banca.

Quando serve un garante?

Cosa succede quando la richiesta di un prestito viene rifiutata? Succede che non potrai avere il prestito richiesto. Quindi, prima di avanzare la richiesta occorre cercare il più possibile di avere, per così dire, le carte in regola. Tradotto in termini pratici ciò significa che dovrai fornire più garanzie possibili. Vediamo quali sono queste garanzie che vi verranno richieste per l’acquisto dell’auto, e che in realtà sono le stesse che si chiedono per qualsiasi altro tipo di prestito.

La cosa più importante per la finanziaria o la banca è dimostrare di essere in grado di restituire la somma chiesta in prestito. In caso contrario, difficilmente vi verrà dato un finanziamento per l’acquisto dell’auto o per qualsiasi altro motivo. E’ qui che entra in gioco il garante. Questa figura ti aiuterà ad avere maggiori garanzie.

Chi può fare da garante

Una delle domande classiche che ci vengono rivolte al momento dell’acquisto di un’auto con finanziamento è se abbiamo un garante. Sicuramente la maggior parte di voi già sa a cosa ci si riferisce con questa figura. Il garante è la persona che si impegna a pagare al posto vostro le rate del prestito. E’ una sorta di garanzia in più che la banca tende a chiedere in circostanze in cui le garanzie offerte dall’acquirente non soddisfano in pieno. Quali sono questi casi? Quando, ad esempio, l’acquirente non ha un contratto a tempo indeterminato.

Ma a chi possiamo chiedere di farci da garante? Puoi chiederlo a un amico, un parente, un familiare, insomma a chi vuoi. Purché abbia i requisiti idonei a ricoprire questo ruolo.

Il documento di reddito

Come abbiamo visto, il garante deve rispecchiare dei criteri ben precisi per poter ricoprire questo ruolo. Il che significa che deve percepire un reddito d lavoro. Altre tipologie di entrate mensili non sono considerate alla stessa stregua, perché sono soggette a interruzioni o mutamenti. Poniamo il caso che percepiate un’entrata dovuta da un affitto di un immobile, una casa vacanza, un bar o altro. Avrete delle entrate incostanti. In alcuni mesi potrete guadagnare di più e in altri di meno (come nel caso dell’affitto di un Bed and Breakfast o di una casa vacanza). Continuando con i nostri esempi, se avete un’attività commerciale e percepite il canone di locazione, questo dipende sempre dalla durata del contratto e può capitare, quindi, di andare incontro a momenti di stallo.

Percepire un reddito, essere maggiorenni, non avere insolvenze con finanziamenti passati: questi sono i requisiti indispensabili per poter fare da garante a una persona per un prestito. Si tratta di un ruolo che ha una certa responsabilità, quindi bisogna sapere a cosa si va incontro prima di accettare.

I prestiti migliori

Se vi state chiedendo quali siano i prestiti migliori, la risposta è che il prestito migliore è quello in grado di venire incontro alle vostre esigenze, che soddisfi le vostre necessità e che vi faccia raggiungere l’obiettivo dell’acquisto con spese ridotte. In genere un prestito per l’acquisto di un’auto non è eccessivamente alto. Ovviamente tutto dipende dall’auto che volete acquistare e le differenze di prezzo possono essere notevoli.

Il finanziamento può riguardare l’intera somma dell’auto o solo una parte di essa. Nel primo caso si parla di un prestito senza anticipo, nel secondo caso si parla di un prestito con anticipo.

Conclusioni

Se da una parte è vero che il prestito migliore è quello che riuscite a ottenere e che viene incontro alle vostre esigenze, dall’altra parte è anche vero che esistono prestiti più convenienti rispetto ad altri. Come facciamo a capire se un prestito è più o meno conveniente? Semplice, bisogna vedere quanto costa. Ovvero, bisogna leggere il valore del TAEG, che è la voce degli interessi che ci indica il costo complessivo del finanziamento. Ogni prestito ha i suoi costi, quindi occorre confrontarli e scegliere quello più conveniente.

Le informazioni circa le offerte delle aziende sono simulazioni e sono per natura cangianti nel tempo e potrebbero essere passibili di errore, quindi visitate sempre il sito della banca/finanziaria/azienda per avere tutte le informazioni aggiornate