Prestito auto simulazione: più esempi e simulazioni di finanziamenti auto

Indice dei contenuti

Molte persone, quando si accingono all’acquisto di un’automobile (nuova o usata fa lo stesso) pensano al pagamento rateizzato. Ma sapevate che esistono diverse tipologie di prestiti auto? Vediamo insieme quali sono le diverse forme di pagamento rateizzato e per chi conviene una certa formula piuttosto che un’altra.

I prestiti auto

I prestiti per l’acquisto di un’auto sono molto diffusi e più facili da ottenere rispetto ad altre forme di prestiti. Fanno parte della categoria dei prestiti finalizzati, perché vengono richiesti (e concessi) per l’acquisto di un bene specifico, in questo caso un’automobile. I prestiti finalizzati si differenziano dai prestiti personali, per i quali, al contrario, non deve essere specificato il motivo della richiesta. Chi ha acquistato un’auto tramite una concessionaria, sa che al momento del colloquio con il venditore, verrà fatta la domanda di rito, ovvero come si intende pagare. Vi sono due modalità principali di pagamento:

  • in contanti 
  • a rate

Qual è la scelta più conveniente? Dipende dalla vostra situazione, da quanta disponibilità di liquidi avete. Occorre analizzare attentamente i pro e i contro della rateizzazione, per poter capire quale sia in effetti la scelta migliore da farsi.

Perché rateizzare l’acquisto di un’auto

Non tutti apprezzano la scelta della rateizzazione di un’automobile, preferendo saldare l’intera cifra in contanti. Analizziamo i pro e i contro dell’una e dell’altra soluzione. E’ palese che il vantaggio maggiore del pagamento in un’unica soluzione (ovvero in contanti) è il fatto che in questo modo non si pagano gli interessi. Quindi il pagamento in contanti ha il grande pregio di evitare un esborso di soldi in più che, al contrario, uscirebbero con la rateizzazione. E lo svantaggio del pagamento in contanti? Neanche a dirlo, ovviamente risiede nel fatto di un pagamento importante fatto tutto in una volta.

Per chi non ha disponibilità di liquidi adeguata, un pagamento rateizzato è la soluzione migliore. Al contrario, meglio scegliere il pagamento in un’unica soluzione.

Simulazioni di finanziamento

Non vi è niente di meglio di una simulazione per potersi rendere conto delle differenze tra un prestito e l’altro. La simulazione ti permette, in tempo reale, di cambiare importo complessivo da richiedere, numero delle rate, importo degli interessi. Se vuoi provare una simulazione sarà sufficiente rivolgerti ai tanti siti online che si occupano di finanziamenti per l’acquisto di un’automobile. Il servizio è ovviamente gratuito e non ti impegna in nessun modo, ti aiuterà invece a farti un’idea chiara sui costi da sostenere e sulla giusta lunghezza del finanziamento.

In pochi e semplici passaggi ottieni la simulazione di un finanziamento auto. L’importo massimo cambia a seconda della finanziaria. Inserendo l’importo e la durata del finanziamento avrai il numero e l’importo delle rate che desideri pagare.

Le voci da considerare durante una simulazione

In una simulazione di finanziamento per l’auto, dovrai inserire l’importo richiesto e il numero di rate. Avrai, in questo modo, un prospetto chiaro davanti agli occhi e potrai scegliere la soluzione più giusta per te, ovvero quella che tiene in considerazione le tue entrate mensili, le uscite e il tenore di vita che vuoi mantenere. Vi è un altro aspetto di cui ancora non abbiamo parlato e che va tenuto in considerazione nella scelta del prestito: gli interessi. Sotto la voce interessi vi sono i valori espressi in percentuale di TAN e TAEG.

Sono queste due voci che ci dicono in buona sostanza quanto costa un prestito. E che, quindi, ci fanno propendere per una soluzione al posto di un’altra. Il TAEG, in particolare, ci dice quanto costa la totalità del finanziamento e quindi dobbiamo conoscerne il valore.

Quanto si può richiedere

I finanziamenti per l’acquisto di un’auto arrivano a coprire gran parte dell’importo complessivo, anche fino all’80% del valore complessivo del veicolo. Ogni concessionaria ha le sue regole di finanziamento, quindi chiedi informazioni al tuo venditore. Per quanto riguarda il periodo di ammortamento, questo va da un minimo di un anno a un massimo di 7 anni, ma anche qui la cosa varia a seconda dell’auto che stai acquistando. Spesso esistono delle vendite promozionali che permettono l’acquisto dell’auto a un costo vantaggioso oppure a zero tassi di interesse.

Attenzione però, perché zero interessi non significa che paghi esclusivamente il valore dell’auto, ma solo che il TAN è pari a zero, le spese accessorie ovviamente rimangono da pagare.

Le diverse tipologie di pagamenti

Esistono diverse soluzioni di pagamento nell’ambito della rateizzazione. Vi è la rateizzazione classica, che prevede un anticipo iniziale (che può variare a seconda della disponibilità dell’acquirente) e il pagamento di rate mensili. Vi è anche la possibilità di usufruire del leasing, ovvero di una vera e propria forma di affitto dell’automobile. Si paga al mese un tot e in cambio si ha l’automobile e, in alcuni casi, anche l’assicurazione, il bollo e le revisioni inclusi.

Esistono davvero molte formule di pagamento di un’auto che è bene informarsi su tutte, perché sicuramente troverete la soluzione che fa per voi.

Il preventivo

Prima di acquistare un’automobile occorre non solo prendere tutte le informazioni necessarie che riguardano i tassi di interesse, il costo del prestito, l’importo che si può rateizzare, la durata del piano di rientro, le garanzie da offrire in cambio alla finanziaria, ma anche farsi fare un preventivo. I preventivi indicano le voci di spesa, sono gratuiti e non impegnano all’acquisto. Un buona idea è anche quella di farsi fare più di un preventivo, per comparare l’offerta migliore, in termini di pagamento di interessi, spese di istruttoria, TAEG, etc.

Conclusioni

Al di là di ciò che oggettivamente risulta più conveniente, l’acquisto di un’auto è un’operazione che non può prescindere dalle tue capacità finanziarie. Se non hai il denaro che ti occorre per l’acquisto è inutile girarci troppo intorno, la rateizzazione rappresenta l’unica via. Le concessionarie lavorano a stretto contatto con le finanziarie che, a loro volta, si relazionano con le banche. Parlando con un consulente delle vendite e spiegando la tua situazione potrai trovare la soluzione giusta. Se preferisci, puoi optare anche per il canale online, sicuramente più veloce, che saprà darti tutte le risposte alle tue domande.

Le informazioni circa le offerte delle aziende sono simulazioni e sono per natura cangianti nel tempo e potrebbero essere passibili di errore, quindi visitate sempre il sito della banca/finanziaria/azienda per avere tutte le informazioni aggiornate