Prestiti auto taeg: analizziamolo

219

Indice dei contenuti

Acquistare un’automobile è una priorità per molte persone. Permette infatti di potersi ritenere totalmente autonomi: le automobili, anche se ormai ci accompagnano tutti i giorni da più di cento anni, sono sempre più nuove. Grazie infatti all’utilizzo delle nuove tecnologie e allo sviluppo di idee sempre più innovative, le automobili moderne hanno assunto sembianze a dir poco camaleontiche, riuscendo a offrire il suo classico e fondamentale servizio di trasporto, rendendolo più completo e confortevole grazie alle nuovissime dotazioni tecnologiche, capaci di trasformare ogni veicolo in qualcosa di più.

Le nuove automobili sono sempre più somiglianti ad assistenti capaci di consigliarci alla guida e in alcuni casi di guidare anche al nostro posto. E’ infatti il caso delle automobili di ultimissima generazione, che per via dei sensori e delle impostazioni con le quali si può utilizzare la guida assistita, sono in grado di parcheggiare, compiere manovre complicate e persino guidare per lunghi tratti in completa autonomia, necessitando solo della supervisione del guidatore.

Se le nuove automobili sono quindi qualcosa in più che semplici mezzi di trasporto, diventa molto chiaro e semplice capire come possedere un’automobile sia ancora un passaggio inevitabile e fondamentale all’interno della nostra società, che ci permette di vivere appieno tutte le possibilità offerte dalle città, e non solo.

Una vita a quattro ruote

Ma acquistare un’automobile per molte persone e per molti nuclei famigliari, grandi o piccoli che siano, nasconde sempre diverse insidie. I prezzi delle automobili, infatti, col progredire delle tecnologie e l’avanzamento dell’efficienza dei mezzi, sono rimasti costanti in alcuni casi, e saliti vertiginosamente in altri. Molte persone ancora oggi, e soprattutto in questo periodo, fanno ancora i conti con la crisi economica, con un mercato del lavoro che ancora fa fatica a ripartire e a regalare soddisfazioni per la maggior parte delle persone, e con dei salari bassi. Gli stipendi, infatti, in molti casi sono sufficienti al sostentamento e al pagamento delle urgenze periodiche come l’affitto, le bollette, la spesa e le uscite quotidiane, ma non sono abbastanza elevati per permettere ai lavoratori di mettere da parte abbastanza liquidità sia nel breve che nel lungo periodo.

Quei lavoratori, quelle persone e quei nuclei famigliari che per diversi motivi non possiedono molta liquidità o dei grandi risparmi sul conto corrente, ma hanno comunque una grande necessità di acquistare un’auto nuova o di sostituire quella vecchia, devono quindi procedere con specifici metodi di acquisto, che possono rivelarsi molto vantaggiosi anche rispetto all’acquisto classico.

Il giusto metodo di acquisto

Se si dispone di poca liquidità è quindi necessario conoscere appieno la propria situazione economica per dedurre il budget più adatto e su cui si può cominciare ad imbastire una trattativa con l’interlocutore designato.

In una situazione in cui i risparmi sono pochi ma le entrate mensili o periodiche sono regolari e costanti, si può procedere a valutare la possibilità di richiedere un prestito o un finanziamento bancario, che permette di acquistare un’automobile con una forma più snella rispetto a quella classica. Se infatti la difficoltà principale e l’ostacolo del percorso che porta all’acquisto della nuova vettura sta proprio nella disponibilità di liquidità, la soluzione può essere quella di spalmare l’ammontare della cifra su più anni, in modo tale da non dover pagare inizialmente l’interno ammontare del prezzo di listino.

Il prestito o finanziamento bancario è un sistema di pagamento sempre più utilizzato dai clienti e da chi si affaccia nel mondo del settore automobilistico, ma non solo. Grazie a questo importante strumento finanziario, molti acquisti che possono sembrare remoti o molto complessi, diventano realtà: acquistare un’auto nuova con un finanziamento è la soluzione alla mancanza di liquidità.

Finanziamento, ecco il più adatto a te

Per individuare il finanziamento più adatto alla propria situazione economica, è necessario comprendere quali siano le necessità. E’ infatti importante capire che tipo di auto si vuole acquistare, se nuova o usata, e quindi su che prezzi orientarsi. Un consiglio, senza dubbio, è quello di recarsi presso diverse concessionarie, e visitarne il più possibile, anche se convenzionate con la stessa casa automobilistica, in quanto possono variare i prezzi dei modelli da un punto vendita all’altro, sensibilmente. Una volta che si è trovato il punto vendita preferito con i prezzi più competitivi ed il personale più disponibile a trattare, è importante selezionare il modello più adatto alle proprie esigenze, ed in un secondo momento decidere come lo si vuole acquistare.

Se si ha la possibilità, lo si può acquistare ovviamente versando direttamente la cifra di acquisto indicata sul prezzo di listino, altrimenti si può valutare l’opzione di acquisto tramite un prestito. Sono principalmente due le tipologie di finanziamento o prestito che si possono sottoscrivere direttamente nel punto vendita al momento dell’acquisto: il prestito finalizzato presso concessionaria, ed il prestito bancario personale.

La prima tipologia di prestito si può sottoscrivere sul momento, presso la concessionaria. Il prestito presso concessionaria è un prestito di tipo finalizzato, ovvero utile per chi sa già cosa vuole acquistare e sa già dove vuole acquistarlo. Il prestito finalizzato, infatti, permette di ricevere liquidità per acquistare un dato bene o un dato servizio che deve essere indicato in sede di trattative, prima della firma del contratto. In questo caso, la concessionaria che propone questa tipologia di finanziamento ha già una convenzione con un istituto bancario. Nel momento in cui la concessionaria vende l’automobile tramite finanziamento, la banca convenzionata si occupa di risarcire in tempi brevi il punto vendita, in modo tale che il finanziamento ricada poi proprio sull’istituto di credito stesso. Questo permette alla concessionaria di rientrare subito dal finanziamento concesso ricevendo liquidità dalla banca, e al cliente di ottenere un finanziamento estremamente veloce e chiaro.

In questa tipologia di prestito, infatti, i tassi di interesse sono bloccati, e non varieranno nel tempo come in tutte le altre tipologie di finanziamento. Il TAN e il TAEG saranno quindi chiari e scritti nero su bianco fin dall’inizio. Ricordiamo che il TAN indica la quota della rata mensile da versare all’istituto di credito periodicamente per rientrare dal debito al netto degli interessi, mentre il TAEG indica la quota a lordo degli interessi e da quindi una panoramica complessiva sull’importo che andrà restituito alla banca nel corso del tempo.

Perchè scegliere il finanziamento?

Il finanziamento, essendo uno degli strumenti finanziari più diffusi e presenti all’interno di ogni mercato, nazionale e mondiale senza esclusione, non si limita, per forza di cose, ad essere un aiuto per quei soggetti e quelle persone che non possiedono abbastanza liquidità, e che sono dunque in situazioni economiche difficili e complicate. Al contrario, il prestito bancario o finanziamento, è utilizzato e sottoscritto anche da chi possiede grandi risparmi o ha in dote discrete somme economiche con le quali potrebbe tranquillamente acquistare i beni o i servizi a cui è interessato.

Il prestito bancario è quindi uno strumento che interessa non solamente chi ne ha un bisogno effettivo e tangibile legato appunto all’impossibilità di investire grandi quantità di denaro, ma è un vero e proprio investimento anche per chi quel denaro lo avrebbe, ma sceglie di agire in modo differente.

In particolar modo chi ha a disposizione grossi patrimoni, come più grandi aziende o privati imprenditori, solitamente utilizza la propria liquidità come cassa, e per far fronte ad eventuali emergenze che nella vita di un’impresa sono sempre dietro l’angolo. Questi privati, le multinazionali e le aziende importanti, quindi, preferiscono investire nel lungo termine, anche a costo di pagare di più il bene o il servizio in questione che vogliono acquistare per via degli interessi. Sia che si sia una grande azienda o un privato esperto che ha in dote un importante e grande capitale che investe in borsa o in attività aziendali, oppure un lavoratore che vuole acquistare la sua prima nuova automobile o semplicemente sostituire quella vecchia, nel momento in cui si valuta la fattibilità e l’opportunità di sottoscrivere un prestito bancario, è fondamentale tenere conto del TAEG e del TAN, gli indicatori più importanti per valutare l’affidabilità dello strumento finanziario in questione.

Grazie al TAEG si possono infatti conoscere sia l’importo finale della rata che si andrà a sottoscrivere, che gli interessi che a essa andranno applicati, in modo tale da poter avere un quadro completo e una proiezione soddisfacente della spesa a cui si andrà incontro.

Il finanziamento è uno strumento finanziario rivoluzionario per tutti: sostiene chi è in difficoltà, e preserva la liquidità di chi vuole investire in sicurezza, senza dover agire con difficoltà o insicurezze.